Rif. 13) Autocarro Iveco Magirus 190E EuroTech VENDITA 7 OTTOBRE 2020 CON GARA ONLINE RACCOLTA DI OFFERTE

Vendita Giudiziaria
Salva

Lotto 13) Autocarro Iveco Magirus 190E EuroTech immatricolato il 25/03/2003 cilindrata 7390 alimentazione a gasolio portata 10610 assi n.ro 2 provvisto di rampa di carico. Il mezzo risulta largamente utilizzato e in cattivo stato di manutenzione. Il mezzo risulta danneggiato sia dal punto di vista della carrozzeria, evidente mancanza scaletta accesso lato conducente, che dal punto di vista dell'impianto elettrico, sprovvisto di fanalini freccia e di specchietto. Compromesso blocco apertura lato conducente e sportello. Interni in pessime condizioni, mancanza seggiolino conducente e danni alla parte elettrica. Non è stato possibile testarne il funzionamento. Sprovvisto dei documenti.
Prezzo base € 3.500 rilancio € 50

Oltre il prezzo di aggiudicazione dovrà essere corrisposto: IVA (22%) sull'aggiudicazione + diritto di vendita (10%) + IVA (22%) sul diritto di vendita + € 16 di bolli.

Sul mezzo sussiste un gravame: fallimento. Per la cancellazione sono a carico dell'aggiudicatario i meri costi di IPT, emolumenti e bolli da sostenere presso qualsiasi PRA italiano con il nostro verbale di vendita. Non si è obbligati al saldo dell'ammontare del debito trascritto.

La cancellazione della trascrizione del pignoramento e di altri eventuali gravami è a carico dell'aggiudicatario.

Viste le condizioni indicate la visione è fortemente consigliata, sarà onere dell'aggiudicatario provvedere al corretto ritiro del bene entro le tempistiche concordate con il personale IVG.

Ogni responsabilità derivante dalle operazioni di ritiro dei beni sono ad esclusivo carico dell'aggiudicatario che dovrà ritirare previa assicurazione di quanto acquistato, oppure a mezzo targa prova regolarmente assicurata o con carro attrezzi/rimorchio. La responsabilità legata al ripristino dei beni acquistati secondo le disposizioni del codice della strada è ad esclusivo carico dell'aggiudicatario.

I mezzi sono disposti su piazzale come da documento allegato, sarà onere dell'aggiudicatario il corretto spostamento del mezzo anteriore senza arrecare alcun danno. Qualunque danno arrecato al mezzo parcheggiato di fronte o lateralmente sarà prontamente segnalato e l'aggiudicatario ne sarà unico responsabile.

La curatela e l'IVG non saranno responsabili di eventuali danneggiamenti dei mezzi, si consiglia pertanto all'aggiudicatario saldo immediato e ritiro del bene, la vendita è forzata e priva di garanzia.

È posto integralmente a carico dell'aggiudicatario ogni eventuale onere di bonifica da oli, liquidi speciali o altri materiali, che impongano specifici obblighi di smaltimento, oltre alla rimozione dei beni dal luogo in cui allo stato si trovano e trasporto a destinazione. Sarà altresì onere dell'aggiudicatario (o della ditta da questi delegata), la caratterizzazione dei rifiuti con attribuzione del codice CER e conseguente smaltimento nel rispetto di quanto previsto dalla vigente normativa (L. 152/2006).

Per la visione dei beni contattare il Dott. Giacomo Volpi 329.3849091 (volpi@giustiziaivg.it) che provvederà a fissare secondo la normativa vigente e le normative anti COVID-19 la visione dei beni.

LA MIGLIORE OFFERTA RICEVUTA NELLA GARA ONLINE “RACCOLTA DI OFFERTE” SUL PORTALE WWW.SPAZIOASTE.IT SARÀ CONSIDERATA L'AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA, OVVERO IL PREZZO BASE DELLA GARA CHE SI TERRÀ COMUNQUE FISICAMENTE SUL POSTO. SE NON VERRANNO PRESENTATE ALTRE OFFERTE DIVENTERÀ AUTOMATICAMENTE L'AGGIUDICAZIONE FINALE

PARTECIPANDO DICHIARO CHE:
1) la mia offerta è irrevocabile e valida fino ad aggiudicazione definitiva (cioè lotto consegnato) dei lotti di mio interesse;

2) mi impegno sin d'ora a corrispondere il prezzo lordo nella sua interezza, entro il termine di 48 ore dalla comunicazione che mi verrà fatta con qualsiasi mezzo;

3) dò atto di essere stato informato che, in caso di mio inadempimento, l'IVG potrà a titolo discrezionale dar corso all'annullamento della vendita e, a tale effetto, mi impegno sin d'ora in tal caso a sostenere le spese del nuovo esperimento di vendita che potrà essere disposto ai sensi dell'art. 540 c.p.c.;

4) dò atto di essere stato informato che la validità e l'efficacia della presente offerta sono subordinate alla completezza della documentazione richiesta, da far pervenire in allegato alla distinta di avvenuto bonifico assieme a 1) copia fotostatica fronte/retro del documento d'identità in corso di validità; 2) visura ordinaria rilasciata dalla CCIAA non oltre tre mesi prima della presente offerta (solo in caso di società);

DISPOSIZIONI GENERALI PER LA PARTECIPAZIONE LE VENDITE GIUDIZIARIE sono regolate dagli Artt. 532 – 533 – 534 – 535 – 537 – 540 del C.p.C dagli Artt.353, 354 c.p., dagli Artt. 2756 – 2761 C.C nonché dalle disposizioni in materia Fallimentare CHIUNQUE, tranne il debitore, può partecipare alle aste purché munito di documenti di riconoscimento validi e non scaduti.

È OBBLIGATORIA L'IDENTIFICAZIONE DELL'AGGIUDICATARIO Le aggiudicazioni e l'atto di trasferimento del bene possono essere formalizzati solo a persona presente riconosciuta dagli incaricati IVG attraverso documenti di identificazione sopra detti. In deroga possono essere fatte aggiudicazioni ad utenti della piattaforma spazioaste.it muniti di procura recante data certa anteriore all'iscrizione alla gara telematica.

ACQUISTO PER SOCIETÀ O PER UN TERZO Mentre è sempre possibile aggiudicare il bene alla propria ditta individuale, per un qualsiasi altro tipo di società sono necessari: una visura camerale (massimo di tre mesi) che attesti le qualifiche, i poteri di acquisto e la rappresentanza legale della persona nei confronti della società e/o la procura. In caso di persona munita di procura sarà necessaria anche la visura per il riconoscimento dei poteri del mandante.

VISIONE DEI BENI IN VENDITA: CON LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA L'OFFERENTE DÀ ATTO CHE IL BENE È VISTO E PIACIUTO.

La vendita dei beni si intende forzata (Art. 2919 c.c.) è disposta per i beni visti e piaciuti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano. Nella vendita forzata non ha luogo la garanzia per i vizi della cosa. Essa non può essere impugnata per causa di danni. (Art. 2922 c.c.). Quindi appena individuato il lotto da acquistare è sempre meglio vederlo personalmente e testarlo; la visione dei lotti è un diritto che consente di avere una maggiore certezza del bene e delle sue caratteristiche. Infatti dopo l'aggiudicazione non sarà possibile recedere dalla vendita giudiziaria non essendo tali vendite sottoposte alla garanzia per vizi occulti; ne consegue che eventuali mancanze, differenze, difformità, oneri di qualsiasi tipo, anche se occulti e non conoscibili, della cosa venduta non potranno dar luogo a risarcimenti, indennità o riduzioni di prezzo. Al momento della vendita è emessa una Bolletta Ministeriale* con la quale si trasferisce la proprietà del bene da un soggetto all'altro; è un atto pubblico che in caso di recesso si assoggetta alla Legge sulla turbativa delle aste Artt. 353 e 354 Codice Penale. Anche per questo motivo i beni in vendita in sala sono a disposizione dell'Utenza negli orari indicati su ogni singola scheda. *(è un documento simile ad una fattura dove è esposta l'aggiudicazione netta, l'IVA, se presente, il diritto dovuto, l'IVA sul diritto bolli e quanto altro a carico dell'aggiudicatario).

Data vendita il 07/10/2020
La vendita avrà luogo presso : San Giovanni Valdarno (AR) Via Gadda , Arezzo
Scheda aggiornata il 25/09/2020 alle ore 10:00
Informazioni sulla Procedura
Tribunale di Arezzo
N° IVG: 10/2019
Numero: Fallimentare (nuovo rito) 16/2019
Giudice: Dott. Federico Pani
Curatore: Dott. Luca Gori
Delegato: IVG Arezzo e Siena
07/10/2020 3.500,00 €
Vai alla Gara Online

Cookie Privacy

Il nostro sito utilizza i Cookie per una corretta esperienza di navigazione, continuando ne accetti il loro utilizzo. Ulteriori INFO.