Condizioni di Vendita

Ci teniamo ad informare gli utenti che le nostre gare si svolgono nella completa correttezza e trasparenza.

Registrazione e depositi cauzionali

i. La registrazione non è richiesta per chi partecipa fisicamente per alzata di mano in sala vendite.

ii. La registrazione potrebbe essere richiesta soltanto per chi gareggia online.

Potrebbe essere richiesto il versamento di un deposito cauzionale a seconda della tipologia del bene. Si ricorda che è richiesto un documento d'identità per partecipare alle gare.

Tutte le aste sono senza riserva

Tutte le offerte dopo l’aggiudicazione (sia in sala che online) sono irrevocabili.

Non è possibile, quindi recedere dall’acquisto dopo l’aggiudicazione di qualsiasi bene.

Tutti gli articoli vengono venduti secondo la formula "visto e piaciuto"

Raccomandiamo agli offerenti di visitare la sede d'asta prima del giorno della gara per visionare gli articoli che si desidera acquistare. Per ispezionare gli articoli è anche possibile incaricare una persona di fiducia.

Commissioni per gli acquirenti

Gli offerenti aggiudicatari potrebbero essere tenuti al pagamento di varie spese aggiuntive.

Tra cui:

  • IVA su aggiudicazione;
  • Diritti di vendita;
  • Iva sui diritti di vendita;
  • Spese di trasporto;
  • Bolli e Imposte di Registro.
E’ assolutamente consigliato prendere visione di tutte le voci di spesa consultando la scheda del lotto dove saranno spiegate anche le modalità di acquisto.

Modalità di pagamento

  • Carta di Credito;
  • Assegni circolari o equivalenti postali non trasferibili intestati a Gestifrem srl;
  • Contanti (SOLO per importi INFERIORI a € 2999,99);
  • Bonifico bancario;
  • Banca: CHIANTIBANCA - CREDITO COOPERATIVO - S.C.
    Intestato a: GESTIFREM SRL
    Iban: IT68M0867314200002001031666
    Bic: CCRTIT2TCHB

Si possono eventualmente valutare delle spedizioni mediante accordo fiduciario con società nostre parterns. Gli acquirenti non possono ritirare i beni acquistati dalla sede della gara prima di aver saldato la fattura.

Politica dei Resi

I lotti posti in gara dalla casa d'aste Guido Riccio hanno la caratteristica del visto e piaciuto. Non è quindi accettata la restituzione del bene aggiudicato. Per tale ragione vi invitiamo a prendere visione del lotto di vostro interesse all'esposizione dei beni.

Resta salva la possibilità della Direzione in casi eccezionali di valutare un eventuale reso.

DISPOSIZIONI GENERALI PER LA PARTECIPAZIONE LE VENDITE GIUDIZIARIE sono regolate dagli Artt. 532 - 533 - 534 - 535 - 537 - 540 del C.p.C dagli Artt.353, 354 c.p., dagli Artt. 2756 - 2761 C.C CHIUNQUE, tranne il debitore, può partecipare alle aste purché munito di documenti di riconoscimento validi e non scaduti.

È OBBLIGATORIA L'IDENTIFICAZIONE DELL'AGGIUDICATARIO Le aggiudicazioni e l'atto di trasferimento del bene possono essere formalizzati solo a persona presente riconosciuta dagli incaricati IVG attraverso documenti di identificazione sopra detti. In deroga possono essere fatte aggiudicazioni ad utenti della piattaforma telematica muniti di procura recante data certa anteriore all'iscrizione alla gara telematica..

ACQUISTO PER SOCIETÀ O PER UN TERZO Mentre è sempre possibile aggiudicare il bene alla propria ditta individuale, per un qualsiasi altro tipo di società sono necessari: una visura camerale (massimo di tre mesi) che attesti le qualifiche, i poteri di acquisto e la rappresentanza legale della persona nei confronti della società e/o la procura. In caso di persona munita di procura sarà necessaria anche la visura per il riconoscimento dei poteri del mandante.

VISIONE DEI BENI IN VENDITA CON LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA L'OFFERENTE DÀ ATTO CHE IL BENE È VISTO E PIACIUTO. Quindi appena individuato il lotto da acquistare è sempre meglio vederlo personalmente e testarlo; la visione dei lotti è un diritto che consente di avere una maggiore certezza del bene e delle sue caratteristiche. Infatti dopo l'aggiudicazione non sarà possibile recedere dalla vendita giudiziaria non essendo tali vendite sottoposte alla garanzia per vizi occulti; ne consegue che eventuali mancanze, differenze, difformità, oneri di qualsiasi tipo, anche se occulti e non conoscibili, della cosa venduta non potranno dar luogo a risarcimenti, indennità o riduzioni di prezzo. Al momento della vendita è emessa una Bolletta Ministeriale* con la quale si trasferisce la proprietà del bene da un soggetto all'altro; è un atto pubblico che in caso di recesso si assoggetta alla Legge sulla turbativa delle aste Artt. 353 e 354 Codice Penale. Anche per questo motivo i beni in vendita in sala sono a disposizione dell'Utenza negli orari indicati su ogni singola scheda. *(è un documento simile ad una fattura dove è esposta l'aggiudicazione netta, l'IVA, se presente, il diritto dovuto, l'IVA sul diritto bolli e quanto altro a carico dell'aggiudicatario).

VERBALI DI VENDITA PER I VEICOLI TARGATI Il verbale di vendita è un atto pubblico, emesso dall'IVG, che consente il passaggio di proprietà e l'eventuale richiesta dei documenti mancanti al PRA o registri equipollenti. Con lo stesso verbale sarà possibile cancellare eventuali gravami iscritti sostenendo a carico dell'aggiudicatario SOLO il costo amministrativo della cancellazione del gravame stesso. Sono necessari dai 10 ai 20 gg affinché le Cancellerie rilascino agli aggiudicatari una copia conforme dei verbali registrati all'Agenzia delle Entrate. a richiesta, al fine di agevolare l'Utenza, l'I.V.G. può farsi parte diligente e consegnare entro massimo 7 giorni lavorativi il verbale.

Si avverte che per le vendite con incanto i tempi si allungano ulteriormente.

Cookie Privacy

Il nostro sito utilizza i Cookie per una corretta esperienza di navigazione, continuando ne accetti il loro utilizzo. Ulteriori INFO.